Gentili clienti, in base al decreto Vicari del 16/10/2017 n. 148, sia i liquidi che le basi neutre non saranno più venduti fino a nuova comunicazione.
CARRELLO
Home / Guide / Come maturare liquidi con aromi organici di tabacchi macerati

Come maturare liquidi con aromi organici di tabacchi macerati

La maturazione dei liquidi per sigarette elettroniche con aromi organici di tabacco

fabbrica lavorazione tabacco

Introduco la guida su come far maturare gli aromi macerati di tabacco con 7 tipi differenti di tabacco.

West: gusto secco e ben definito, non stancante, matura velocemente (dopo 3 settimane è già buono).

National: gusto morbido e rotondo, non stancante, maturazione medio-veloce (minimo 1 mese)

Balkan Mixture: gusto dolce, aromatico e armonioso, per svapate occasionali, maturazione media (minimo 45 giorni).

999: gusto complesso, da assaporare in “meditazione”, se svapato a lungo si tende a non
sentirne le notevoli varianti organolettiche, maturazione lunga (dai 2 mesi in su).

Black Sugar: gusto dolce, delicato e “poco fumoso”, leggero e non invadente. Necessita di una maturazione minima lunga (circa 2 mesi).

4 Pipe: gusto morbido ed equilibrato, ben bilanciato, non stancante, una classica miscela
mediterranea, maturazione media (minimo 45 giorni).

Puros y Maduro: pur non essendo un E.M. (english mixtures) lo inserisco tra le miscele, un mix “eretico” tra un puro cubano e un Maduro caraibico. Qui la dolcezza e delicatezza cubana si stempera nei sentori “tostati e secchi” dell’affinazione al sole caraibico. Maturazione variabile (se svapato “giovane” la dolcezza del Vg ne attutisce il fondo tostato, più si protrae la
maturazione più diventa secco e deciso.

Queste le maturazioni MINIME – ovviamente più maturano meglio è!

La maturazione COMPLETA si ha dopo 5 mesi, oltre non ho avvertito cambiamenti
significativi!

Tra l’altro più maturano, diciamo dopo i 3 mesi, meno incrostano le resistenze, ho notato una durata quasi raddoppiata tra la maturazione minima ed i tre mesi.
(da esperienza fatta prevalentemente con Kayfun e microcoil con cotone.)

Per assaporare le complessità aromatiche ed organolettiche consiglio un wattaggio compreso tra i 9 ed i 12 watt; oltre si affievoliscono sempre più le “sfumature” e si percepisce prevalentemente il “gusto di fondo” dei tabacchi.

lavorazione tabacco

Ed in conclusione, due semplici consigli:
Durante le prime due settimane è importante agitare giornalmente il liquido, per facilitarne la miscelazione “fisica” ed evitarne la “stratificazione (tieni presente che siamo di fronte a sostanze con pesi specifici differenti che, se non agitati, tendono a non mischiarsi).

Per la “stagionatura/maturazione” successiva, puoi agitarli meno, anche solo ogni 4/5 giorni, in quanto il mescolamento fisico sarà già avvenuto. In questa fase bisogna dare il tempo alle molecole organiche ed agli zuccheri complessi di trasformarsi chimicamente in zuccheri semplici, e qui l’unico fattore è il tempo e la temperatura che se troppo bassa (sotto i 15°) ne rallenta l’azione, mentre se troppo alta (sopra i 36°) ne modifica il “gusto” in maniera esponenziale all’aumentare del calore. Quindi se la tua cantina ha temperature inferiori ai 15° otterresti un’ allungamento dei tempi, mentre sarebbe opportuno, per i primi 30/45 giorni, tenere i liquidi a temperatura ambiente in un armadietto chiuso al riparo dalla luce o in una scatola chiusa.

Sconsiglio l’uso di agitatori magnetici, forno a microonde o altre apparecchiature atte ad alterare l’aroma con il calore. L’unica alternativa è avere pazienza! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ci sono prodotti